IL MAB E LA SCRITTURA CREATIVA E AUTOBIOGRAFICA: ESPERIENZA DI MAPPATURA E NARRAZIONE  DEL PAESAGGIO E DELL’ANIMA

Autore: Francesca Perucchio

Ogni individuo è un’enciclopedia di storie, ogni territorio è storia e storie che su di esso si succedono e di cui si nutre il domani.
Le storie alimentano la nostra vita in ogni momento: la memoria ci conduce in storie passate e nelle molteplici possibilità e sfaccettature future; i sogni ci fanno vivere storie, traduzione di vissuti che nell’inconscio acquistano trame nuove; il pensiero che anticipa l’agire è storia prima di azione, è narrazione mentale che anticipa le nostre reazioni, le guida; l’osservazione del mondo si traduce in tante storie, di luoghi, oggetti, persone, monumenti, strade e vie e delle quali siamo protagonisti attivi.
E nelle mille e una storia che costellano la nostra vita la ricchezza della trama e la molteplicità dei risvolti attingono da una tavolozza dalle tinte svariate: le EMOZIONI sono gli acquerelli con cui realizziamo l’opera d’arte. Senza emozioni non può esserci storia.

La Natura, da sempre ispiratrice di artisti e scrittori, diventa bacino creativo, stimolo all’ osservazione e all’ ascolto interiore e scrivere svela un archetipo fondamentale che ad essa ci lega.
Gli alunni coinvolti, sono stati guidati in una passeggiata percettiva, suddivisa in itinerari, con partenza dal piccolo borgo di San Terenzo, lungo la Walk of Poetry”, conosciuta anche come passeggiata “da castello a castello”, fino a Lerici.

Mappa dei filtri i 5 sensi: agli alunni è stato assegnato un unico filtro attraverso cui osservare il paesaggio, un unico senso e il compito di immortalare gli stati emotivi anche attraverso scatti fotografici. Al termine di ogni itinerario è stato richiesto loro di tradurre i dati percettivi raccolti in una breve riflessione scritta che sapesse sintetizzare l’osservazione con la percezione sensoriale.
I ragazzi sono stati guidati all’osservazione emotiva del paesaggio anche attraverso l’ascolto audio della voce intima di scrittori, che proprio negli stessi luoghi mappati trovarono ispirazione per parlare di se’, per dare forma alla loro voce più intima, per tradurre la simbiosi emotiva tra natura e mondo umano interiore. Montesqueu, James, Shelley, Dante, Montale, Lawrence, Pasolini, Soldati, un fascino di parole come un’onda ha incantato i giovani mappers inducendoli a comprendere quanto ciò che ci circondi sia specchio dell’anima e che ad esso si possa dare forma attraverso il potere evocativo della parola.
Conclusa la passeggiata, raggiunto il castello, immersi nella suggestiva cornice naturale, i ragazzi, divisi in team, sono stati invitati a sintetizzare le osservazioni raccolte in una narrazione condivisa, sintesi interna e collettiva del punto di vista di ognuno.

Un ‘esperienza di scrittura collaborativa e emotiva, poi tradotta in digital storytelling, in cui parole, immagini e suono insieme, hanno contribuito a restituire l’impatto che l’esperienza ha avuto su ognuno di loro, in modo lirico, sentito, vero e profondo.
Un’esperienza di sincretismo laboratoriale, dove analisi, creatività e espressività, insieme suggeriscono percorsi nuovi, evoluzioni del format Mab che alimentandosi di stimoli, cresce, e propone nuove piste da sperimentare e percorrere.
Siamo pronti, per continuare a mappare gli itinerari nuovi che il Mab apre e non smettere di meravigliarci.

                

Bibliografia:

Essenziale

L. Cavicchioli, Liguria, vagabondaggi letterari in Liguria, Polaris,Faenza, 2020
J. Gottschall, L’istinto di narrare, come le storie ci hanno reso umani, Bollati Boringhieri, Torino, 2018
M.C. Virzì, Gli strumenti dello storytelling, Dino Audino Editore, Roma, 2020
G. Marcenaro, Viaggiatori stranieri in Liguria, Stringa Editore, Genova, 1985
D. Sapienza, F. Micheli, Scrivere la natura, Zanichelli, Bologna, 2012

Per i testi (in ordine di ascolto):

C.L. Montesquieu, Voyage in Italie, in G. Marcenaro, Viaggiatori stranieri in Liguria, Stringa Editore, Genova, 1985
D. Alighieri, La Divina Commedia, Purgatorio Canto III, vv. 46-60

H, James, Italian hours, in G. Marcenaro, Viaggiatori stranieri in Liguria, Stringa Editore, Genova, 1985
P.B. Shelley, Lines written in the bay of Lerici, ibidem

E. Montale, Portovenere in Eugenio Montale, Arnoldo Mondadori Edizione, Milano, 1984
D.H. Lawrence in https://lericicoast.it/itinerario-letterario-in-9-tappe/
P.P. Pasolini, Italia in Il porto della Luna, Sagep, Genova, 1993
E. Montale, Verso Tellaro, in Altri versi e poesie disperse, Mondadori, 1981
M. Soldati in https://lericicoast.it/itinerario-letterario-in-9-tappe/

Brani ascoltati:
Ludovico Einaudi, The Mountain, in Elements, 2015

P.B. Shelley, Lines written in the bay of Lerici,  ibidem

E. Montale,  Portovenere in Eugenio Montale, Arnoldo Mondadori Edizione, Milano, 1984 

D.H. Lawrence in https://lericicoast.it/itinerario-letterario-in-9-tappe/ 

P.P. Pasolini, Italia in Il porto della Luna, Sagep, Genova, 1993 

E. Montale, Verso Tellaro, in Altri versi e poesie disperse, Mondadori, 1981 

M. Soldati in https://lericicoast.it/itinerario-letterario-in-9-tappe/ 

Brani ascoltati:

Ludovico Einaudi, The Mountain, in Elements, 2015 


    Autore
    Francesca Perucchio
Condividi su